Mediterranean Hope - La giusta rotta, ultime tappe a Barcellona e Livorno

«La giusta rotta» è una campagna d’informazione e sensibilizzazione promossa da Open Arms e Sea-Watch, due tra le ONG che si occupano di soccorso e monitoraggio in mare, e da Mediterranean Hope, il programma rifugiati e migranti delle Chiese evangeliche in Italia (FCEI), promotore, tra le altre cose, dei corridoi umanitari per un ingresso sicuro e legale delle persone più vulnerabili.
Tre in particolare sono le aree d’intervento che la campagna vuole far conoscere e promuovere: il diritto al soccorso in mare, salvare vite non può essere reato; l’implemento di corridoi umanitari europei, sull’esempio di quelli già avviati dal Libano, anche dalla Libia, con 50mila visti umanitari; la necessità e urgenza di un sistema che garantisca un’accoglienza degna per i migranti che arrivano in Italia e in Europa.

Dopo Lampedusa, con l’emozionante spettacolo “L’abisso” di Davide Enia messo in scena al santuario della Madonna di Porto Salvo il 4 ottobre, la campagna “La giusta rotta”, promossa da Mediterranean Hope con le due Ong Sea Watch e Open arms, sbarca a Barcellona e Livorno.Il primo appuntamento sarà nella città spagnola all’interno del festival Esperanzah, venerdì 11 ottobre alle ore 19, con un panel sulla criminalizzazione della solidarietà nel Mediterraneo, al quale parteciperanno la giornalista e scrittrice Nadia Angelucci, Sandra Hammamy di Sea Watch e Oscar Camps, fondatore di Open Arms.

La tappa seguente sarà un concerto al The cage, a Livorno, dalle 21.30, sabato 19 ottobre con Bobo Rondelli & l’Ottavo Padiglione, BIFFERS, SuRealistas e altre special guest.
Ci saranno interventi durante i “cambi palco” da parte dei volontari delle Ong e di MH.

Un invito a conoscerci da vicino: una sezione che sinteticamente definisce il modo di intendere il cristianesimo da parte dei protestanti e dei valdesi in particolare, per comprendere i punti d’incontro così come quelli distintivi della nostra confessione rispetto alla dottrina cattolica. 

Per i valdesi al centro della fede cristiana vi è la lettura e il confronto con la Sacra Scrittura, ecco perché la predicazione è un momento molto importante del nostro culto.

Una linea diretta con la NEV, l’agenzia stampa della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, che dal 1971 si occupa di promuovere l’informazione sul protestantesimo.