Corale

Perché una corale?

Nelle chiese evangeliche si canta. Da sempre. È stato detto che la Riforma protestante è un movimento che avanzava cantando, e non è un’esagerazione. Ecco perché in tutte le chiese evangeliche, in tutti i paesi del mondo, troverete una corale, anche se piccola. In un certo senso possiamo dire che il canto della corale è una riproduzione musicale della fede di tutta la comunità: attraverso il canto di brani musicali anche molto difficili il coro non vuol dire “Vedete quanto siamo bravi?” (anche se a volte un sincero applauso può fare piacere), ma piuttosto vuol testimoniare la fede di tutta la chiesa, sforzandosi di dare a questa testimonianza una veste musicale bella e qualitativamente alta.

 

 

Come funziona la corale e chi può cantare nella corale?

Prima di tutto, chiunque è benvenuto. Sono davvero pochissime le persone “stonate” incapaci di cantare in coro. E per cantare nella corale valdese, non c’è bisogno di una specifica preparazione musicale o vocale. C’è bisogno di alcune altre cose:

  • la possibilità e la voglia di provare con regolarità, settimana dopo settimana, in uno sforzo di concentrazione, di collaborazione e di studio;
  • la disponibilità a studiare: a volte anche a casa, ad esempio ripassando le parole del brano in preparazione o riascoltandolo per la prossima prova;
  • la disponibilità a studiare in un clima di reciproco rispetto, di ascolto e di cortesia: la gara non è “chi canta meglio degli altri” ma “come cantiamo meglio tutti insieme”.

Le nostre prove sono solitamente strutturate in due parti, guidate dai nostri maestri Simone Fuligno e Leonardo Defilippis: una prima parte di studio vocale, nella quale impariamo le tecniche fondamentali del canto corale, dal respiro al controllo della voce, dalla pronuncia all’ascolto. Nella seconda parte, proviamo brani musicali in vista dei nostri impegni pubblici. Eseguiamo soprattutto musiche a quattro voci (soprani – mezzosoprani – tenori – bassi).

 

 

Dove e quando prova la corale?

Ci incontriamo tutti i giovedì alle 20.45 nella sala Arcobaleno del Tempio Valdese (citofono da via della Signora 6), le prove durano fino alle 22.45 circa. Durante i mesi estivi (luglio-agosto) le prove sono sospese.

Per contatti, potete rivolgervi all’indirizzo corale.valdese@gmail.com oppure ai pastori.

 

 

Qual è il progetto della corale?

Diverse volte durante l’anno interveniamo nel culto della chiesa valdese. Spesso però andiamo anche a portare la nostra testimonianza musicale in altri luoghi: in comunità evangeliche più piccole del Nord Italia, nelle carceri o in altri luoghi dove la musica può portare un po’ di gioia alle persone. Negli ultimi anni abbiamo così rinsaldato i legami tra la chiesa valdese di Milano e molte altre chiese evangeliche, Milano via Jacopino da Tradate, Milano via Marco de’ Marchi, Bassignana (AL), Novara, Lugano per nominarne solo alcune.

 

Un invito a conoscerci da vicino: una sezione che sinteticamente definisce il modo di intendere il cristianesimo da parte dei protestanti e dei valdesi in particolare, per comprendere i punti d’incontro così come quelli distintivi della nostra confessione rispetto alla dottrina cattolica. 

Per i valdesi al centro della fede cristiana vi è la lettura e il confronto con la Sacra Scrittura, ecco perché la predicazione è un momento molto importante del nostro culto.

Una linea diretta con la NEV, l’agenzia stampa della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, che dal 1971 si occupa di promuovere l’informazione sul protestantesimo.