contatti| dove trovarci| appuntamenti| centro culturale protestante
chiesa valdese di milano
linea
Benvenuti
Facciamo parte della Chiesa Valdese (Unione delle chiese valdesi e metodiste), siamo presenti in Italia ed in Europa da più di 800 anni.
Non apparteniamo a qualche strana setta, ma condividiamo le idee ed i principi di quei cristiani che nel mondo sono più di mezzo miliardo: gli evangelici protestanti.
Cosa vogliamo?
Dirti che credere in Dio è una esperienza profonda, che può arricchirti, riempirti di speranza, farti ritrovare tra amici e amiche e dare un senso alla tua vita.
27 Apr 2015

Le chiese cristiane di Milano davanti alla sfida dell'EXPO 2015

Riflessioni e notizie dal mondo protestante, a cura del past. Giuseppe Platone

La prima esposizione universale si tenne a Londra nel 1851. Tema dominante: «Industria di tutte le nazioni». Ce ne fu poi una famosa, a Parigi, che ebbe come simbolo (poi mantenuto anche dopo l'Expo) la Tour Eiffel. Il ritmo dei cinque anni, tra un’Expo e l’altra, è stato mantenuto più o meno intatto, con poche eccezioni. I temi raccontano la storia del mondo occidentale: un secolo e mezzo di Expo con molto Nord e poco Sud. Ebbi questa impressione anche in occasione  dell’Expo di Hannover, nel 2000, con il suo motto «Umanità, natura, tecnologia». Era per me la prima volta e mi sembrava di entrare in un «villaggio delle meraviglie».

Le Esposizioni mondiali sono il palco dell’orgoglio delle nazioni in gara per presentare la location più affascinante, lo spettacolo più incredibile. Basti pensare all’«albero della vita» che svetta davanti al padiglione Italia, da un’idea michelangiolesca. La Fiera di 140 nazioni diverse – e delle  multinazionali – con la sua idea-guida: «Nutrire il pianeta, energia per la vita». s’inaugura a Milano il 1° maggio per concludersi il 31 ottobre 2015. Expo, ancor prima di essere un fatto culturale, funziona come un’impresa commerciale, pubblicitaria, di rilancio delle grandi marche legate alla produzione e/o commercializzazione del cibo.

Il tema è azzeccato, e racchiude una singolare pregnanza biblica, tocca infatti una delle questioni centrali dell’umanità. Ma il motto dell’Expo nasce sbilanciato: non esiste infatti il cibo soltanto, ma anche l’acqua. Nutrire d’accordo, ma anche dissetare. C’è, con scandalosa evidenza, un diritto al cibo ampiamente disatteso (quasi un miliardo di persone soffre  per fame o malnutrizione, fra cui 162 milioni di bambini con meno di 5 anni), ma c’è soprattutto un diritto all’acqua pulita per tutti.

A Milano le occasioni di confronto e dibattito sui temi dell’Expo sono già avviate, anche nelle nostre chiese. Non mancano riflessioni critiche (e autocritiche) che vorrebbero condurre a «buone pratiche», ovvero a compiere una vera svolta nello stile di vita.

All’Expo non si entra gratis: il biglietto normale costa ben 39 euro. Come chiese protestanti di Milano abbiamo perciò costruito un programma di presenza non all’interno di Expo (che del resto si presenta come luogo aconfessionale), ma in città. Che cosa faranno i venti milioni di turisti, dopo la visita al «villaggio delle meraviglie»? Nessuno lo sa.  Importante sarà avere, in determinati orari, la porta della chiesa aperta, per offrire una sobria accoglienza. Si punta insomma all’incontro tra persone. Le chiese protestanti stanno mandando in stampa un dépliant in varie lingue, con notizie storiche e attuali delle singole comunità (valdese, metodista, battiste, luterana, riformata svizzera). Ogni seconda domenica del mese, durante i sei mesi dell’Expo, ci saranno culti tematici, dedicati ai temi che l’Expo solleva. Ogni pomeriggio offriremo, alternandoci tra le nostre chiese, un’accoglienza caratterizzata anche da momenti di spiritualità biblica e musicale. Si sta allestendo una pagina web, con tutti i riferimenti utili ai turisti, sul piccolo mondo dei protestanti in Milano.

In agenda ci sono già due importanti eventi: uno sarà costituito dall’happening giovanile del 13 giugno, organizzato dagli esecutivi delle Chiese protestanti nazionali e dalla Federazione Giovani Evangelici  in Italia (FGEI, con 500 giovani in arrivo da ogni parte d’Italia).  Mentre dal 18 al 29 settembre si terrà il convegno internazionale del «Gallo verde», presso la chiesa valdese (vi parteciperanno rappresentanti di chiese interessante all'argomento "salvaguardia del creato" e consapevolezza ambientale ed energetica, provenienti da 8 nazioni diverse).

C’è inoltre un mondo più ampio: quello delle 17 chiese cristiane (comprese le nostre) che fanno parte del Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano: il CCCM ha infatti messo in cantiere tutta una serie di proposte per il tempo dell’Expo. Questo programma ecumenico verrà ufficialmente presentato al pubblico in una conferenza stampa prevista per il 20 aprile.

 

Past. Giuseppe Platone 

------------------------------------ 

La prossima apertura dello sportello del testamento biologico - gratuito e aperto a tutta la cittadinanza - sarà domenica 10 mggio presso la Libreria Claudiana, accanto al tempio valdese (v. appuntamento a lato), dalle 10:30 alle 12:30.


Per informazioni sui progetti finanziati dall'otto per mille delle chiese metodiste e valdesi, v. www.ottopermillevaldese.org

Per ogni altra informazione o richiesta, scrivere a media@milanovaldese.it